News

URL SEO friendly: con o senza www? L’importante è dirlo a Google!

Www o non www? Come scegliere una URL SEO friendly? Qualunque scelta si faccia, dal punto di vista della SEO l’unica cosa importante è dirlo a Google.

URL SEO friendly, sì ma come? Deve contenere o meno il famoso “www”? Dal punto di vista della SEO la presenza del www non è fondamentale. Certo è che l’Hostname Mirror, ovvero la possibilità che un dominio venga raggiunto sia inserendo che omettendo il prefisso www nell’URL, è sicuramente pratico quando si parla di accessibilità (non possiamo prevedere se l’utente ci cercherà digitando o meno il “www” nella barra degli indirizzi) ma porta con sé un piccolo problema di indicizzazione, se non viene gestito nella maniera corretta.

Doppio URL? Doppia fatica per Google!

Già perché lo spider di Google potrebbe impiegare il doppio del tempo a scandire le pagine del sito se non riconoscesse subito i due nomi di host come sede degli stessi contenuti. E’ proprio Google ad ammetterlo nelle sue linee guida: “Se non specifichi un dominio preferito, potremmo trattare le versioni www e non www del dominio come riferimenti distinti a pagine distinte“. Lo spider potrebbe fare insomma il doppio del lavoro.

Doppio URL? Doppi contenuti (secondo Google)!

Ma non è tutto: considerando che Google ragiona in termini di URL, ossia di indirizzi univoci, il contenuto dei due hostname potrebbe venir etichettato come duplicato, con le conseguenze che tutti ben conosciamo. E anche con un URL SEO friendly tutti i nostri sforzi verrebbero vanificati.

Come se non bastasse, i link in ingresso faticosamente guadagnati sulle pagine del nostro sito, potrebbero essere automaticamente suddivisi tra i due host dal motore di ricerca. E meno link in ingresso significa un posizionamento peggiore nella SERP.

WWW o non WWW: l’importante è dirlo a Google

È quindi molto importante indicare un unico Canonical HostName. Come? In due passaggi:

  • applicare un redirect 301 da non www a www, per esempio inserendo il seguente codice in .htaccess:

RewriteEngine On
RewriteBase /
RewriteCond %{HTTP_HOST}  ^tuodominio.com [NC]
RewriteRule ^(.*)$ http://www.tuodominio.com/$1 [L,R=301]

  • comunicarlo a Google tramite il tool per Webmaster nella sezione Dominio Preferito (cliccare sull’icona a forma di ingranaggio , quindi andare su Impostazioni sito > Dominio preferito).

google-webmaster-tool

Una volta comunicato il dominio preferito a Google, quest’ultimo manterrà le tue preferenze per tutte le scansioni future e gli aggiornamenti dell’indicizzazione. Come comunicato nelle linee guida del motore di ricerca, “se indichi http://www.example.com come dominio preferito e noi rileviamo un link al tuo sito formattato come http://example.com, seguiamo tale link come http://www.example.com“.

Attenzione, però: è essere necessario far verificare anche il “nuovo” dominio. Dovete cioè verificare sia tuosito.it sua www.tuosito.it e impostare in entrambi il dominio preferito.

verifica

Leggi anche...