News

Twitter oscurato in Turchia: Erdogan minaccia anche Facebook

La Turchia perde Twitter: il premier Recep Tayyp Erdogan è riuscito a oscurare il social network e si prepara a scagliarsi anche contro Facebook e Youtube.

twitter-oscurato-turchia

Estirperemo Twitter” ha annunciato ieri il premier conservatore turco Recep Tayyp Erdogan. “Non mi interessa cosa dice la comunità internazionale, è contro la sicurezza nazionale. C’è una sentenza del tribunale. Vedranno la forza della Turchia“.

Twitter oscurato nella notte

E così è stato, come riporta il quotidiano Hurriyet. Ieri sera, poco prima di mezzanotte, diversi account turchi hanno cominciato a risultare via via irraggiungibili. Durante la notte, la potentissima Autorità per le tecnologie dell’informazione e della comunicazione (Btk) ha “oscurato” il social network (che il primo ministro aveva recentemente definito “una minaccia per la società“) in quasi tutto il paese: tutti i provider di servizi Internet (ISP) non hanno potuto che adeguarsi alle nuove regole e 10 milioni di utenti si sono visti negare il diritto di cinguettare.

Erdogan e la sua guerra ai social network

Erdogan, già sul piede di guerra a causa delle rivolte di Gezi Park ad Istanbul di questa estate e del recente scandalo di corruzione che lo ha coinvolto, ha vinto la  prima battaglia della sua guerra contro i social network: anche Facebook e Youtube (già soggetti a diverse limitazioni in Turchia) sono a rischio.

Twitter oscurato: le reazioni

La commissaria europea per le nuove tecnologie, Neelie Kroes, si è scagliata contro l’iniziativa del Premier… con un tweet: “L’interdizione di Twitter in Turchia è senza fondamento, inutile e vile. Il popolo turco e la comunità internazionale vedranno questo come una censura. Cosa che è davvero“.

Intanto, la divisione Policy di Twitter suggerisce di continuare a twittare via sms.

Senza titolo

 

Alcuni utenti, inoltre, sono riusciti a cinguettare modificando il DNS (il sistema con cui gli indirizzi Internet che si digitano nella barra degli indirizzi sono tradotti in numeri IP) o utilizzando VPN (virtual private network).

Leggi anche...

Loading Facebook Comments ...

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*