News

Furto smartphone: nuovo standard di sicurezza per tutti i cellulari

Apple, Samsung, HTC, Motorola, Google e altri colossi della telefonia hanno firmato lo Smartphone Anti-Theft Voluntary Commitment, un nuovo standard di sicurezza che renderà inutilizzabili smartphone e tablet dopo il furto.

furto smartphoneSi chiama “Smartphone Anti-Theft Voluntary Commitment” ed è un patto anti rapina stipulato da Apple, Samsung, HTC, Motorola, Google, Microsoft, Huawei, Nokia e altri produttori di cellulari.

L’accordo prevede che entro luglio 2015 tutte le aziende coinvolte aderiscano a una serie di standard di sicurezza predefiniti, molti dei quali sono già stati adottati con successo da Apple. Assicurando queste caratteristiche tecniche a tutti gli smartphone (o per lo meno a tutti quelli di “fascia alta”), i produttori li renderanno invendibili e inutilizzabili qualora venissero rubati. Ma niente “pillola della morte”, soluzione tanto semplice quanto drastica: qualora lo smartphone venisse ritrovato dal proprietario, dovrà essere sbloccabile e riutilizzabile.

Il nuovo standard di sicurezza, annunciato ieri al Ctia, ha soddisfatto in particolare le autorità americane (negli Stati Uniti i furti di smartphone e tablet sono all’ordine del giorno e in alcuni casi portano anche alla morte della vittima). Il senatore della California Mark Leno si è detto entusiasta dell’iniziativa: “Fino ad oggi l’industria wireless non è progredita abbastanza sotto questo punto di vista. Con la proposta di oggi le cose dovrebbero cambiare: l’obiettivo finale sarà infatti quello di combattere la criminalità nelle strade ed i furti violenti che coinvolgono smartphone e tablet”.

Ecco alcune delle funzioni previste dallo Smartphone Anti-Theft Voluntary Commitment:

  • consentire al proprietario la cancellazione in remoto dei dati sensibili e delle foto presenti sullo smartphone;
  • bloccare con un PIN lo smartphone in modo da renderlo inutilizzabile da chi lo rubasse. Per consentire tuttavia a chi lo ritrovasse di avvisare le autorità o il proprietario stesso, potranno essere effettuate le chiamate d’emergenza e verso contatti definiti dal proprietario stesso;
  • poter decidere di bloccare in remoto qualsiasi tentativo di ripristino del telefono;
  • consentire al proprietario di ripristinare facilmente tutti i dati e il telefono stesso in caso di ritrovamento.

Leggi anche...

Loading Facebook Comments ...

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*