News

Come scrivere un titolo SEO friendly ottimizzato per Google

Come deve essere un titolo SEO friendly? Ecco come ottimizzarlo per Google.

titolo-seo-friendlyUn titolo SEO friendly è di fondamentale importanza per il successo di una pagina web. Scopo principale del titolo è far sapere all’utente e ai motori di ricerca di cosa tratta la pagina. E se un titolo curioso e stuzzicante è in grado di attirare il lettore spingendolo a visitare la pagina, non bisogna mai dimenticare che il <title> rimane ancora uno dei tag più importanti per il posizionamento della pagina nella SERP.

Come costruire un titolo SEO friendly

Posizionato all’interno del tag <head>, il tag <title> deve contenere le parole chiave scelte per la pagina. Quando si inseriscono le keywords è fondamentale considerarne

  • posizione (è consigliabile posizionare le keyword all’inizio del titolo, inserendole in ordine di importanza decrescente)
  • prossimità (se ci sono due parole chiave è importante che restino vicine, dato che se cerco “ristorante Roma” Google mi propone prima i risultati in cui i due termini risultano affiancati e poi, via via, le pagine in cui compaiono entrambe le parole chiave ma in posizioni diverse).

Le stesse parole chiave presenti nel titolo, inoltre, devono poi comparire anche nel testo della pagina.

Un titolo SEO friendly è coerente, descrittivo ma conciso

Se i crawler dei motori di ricerca considerano il tag <title> come uno dei più importanti in assoluto, è anche vero che costruire “furbescamente” un titolo SEO friendly riempiendolo di parole chiave inutili ed estranee al contesto o ancor peggio ripetendo più volte la stessa keyword, può essere controproducente: il titolo di una pagina deve essere coerente al contenuto, di senso compiuto e il più possibile descrittivo. Il tutto, però, in un massimo di 65 caratteri (spazi compresi): Google non legge più di 60-70 caratteri di un tag <title> e e riesce a indicizzare un massimo di 12 parole (caratteri singoli – lettere e numeri – e simboli non vengono calcolati). I 70 caratteri sono quelli che vengono mostrati nella SERP: scrivendo titoli più lunghi, parte di questi verrà quindi troncata.

Google ignora le cosiddette stop words (qui una comoda lista), ovvero congiunzioni, articoli e preposizioni: se quindi non sono fondamentali per la corretta struttura grammaticale del titolo, sarebbe meglio evitarle. Non esagerate nemmeno con le virgole: sebbene possano aiutare l’utente a leggere e comprendere meglio il testo del titolo, un numero eccessivo di virgole potrebbe essere visto da Google come keyword stuffing.

In generale, quando scrivete un titolo SEO friendly cercate anche di immedesimarvi nell’utente che cercherà su Google le informazioni che fornite. Tenete presente, per esempio, che molti utenti tendono a fare ricerche che cominciano con come, dove, quando e perché, ponendo delle vere e proprie domande al motore di ricerca.

Titolo e <title> non sono la stessa cosa

Chi utilizza WordPress può avvalersi del valido aiuto del plugin SEO per eccellenza: WordPress SEO di Yoast (download qui). Tra le altre cose, grazie a questo strumento completo è anche possibile differenziare facilmente il tag <title> dal Titolo di WordPress, ovvero quello che si troverà davanti l’utente una volta sbarcato sulla vostra pagina. Se infatti volete dare alla vostra pagina/articolo un titolo ironico, creativo o particolarmente lungo, potete farlo affidando il titolo “creativo” al box Titolo di WordPress e inserendo il titolo SEO friendly nell’apposito campo fornitovi dal plugin di Yoast. Una funzionalità davvero utile soprattutto in blog e siti che amano i giochi di parole e i titoli umoristici che dai bot di Google non verrebbero sicuramente capiti.

Leggi anche...

Loading Facebook Comments ...

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*